info@finagegroup.it +39.02.899.19637

Tutte le novità relative al Bando Green New Deal

Home » Tutte le novità relative al Bando Green New Deal
DOTAZIONE

Euro 750 milioni

ANNI DI VALIDITÀ

2022

__________________________________________

Per la misura sono disponibili complessivamente risorse pari a euro 750 milioni, a valere sul Fondo per la crescita sostenibile (FCS) e sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e agli investimenti in ricerca (FRI), gestito da Cassa Depositi e Prestiti.

Oggetto di agevolazione saranno gli investimenti industriali finalizzati alla realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione per la transizione ecologica e circolare, coerenti con gli ambiti di interventi del “Green New Deal italiano”.

Chi ne può beneficiare

Potranno richiedere l’incentivo le imprese di qualsiasi dimensione che svolgono attività:

  • industriali,
  • agroindustriali,
  • artigiane,
  • di servizi all’industria,
  • i centri di ricerca.
Cosa finanzia

I progetti, anche in forma congiunta tra loro, potranno riguardare la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale, finalizzati comunque alla realizzazione di nuovi prodotti, processi, servizi o al loro notevole miglioramento.

Particolare riguardo verrà prestato agli obiettivi di:

  • decarbonizzazione dell’economia
  • economia circolare
  • riduzione dell’uso della plastica e sostituzione della stessa con materiali alternativi
  • rigenerazione urbana
  • turismo sostenibile
  • adattamento e mitigazione dei rischi sul territorio derivanti dal cambiamento climatico

I progetti devono prevedere costi ammissibili non inferiori a euro 3 milioni e non superiori a 40 milioni.

Le agevolazioni

Le agevolazioni si sostanziano in:

  • finanziamento agevolato: per un importo tra il 50% e il 70% dei costi ammissibili, tasso non inferiore allo 0,50% nominale annuo. Durata tra 4 e 15 anni compreso un massimo di 4 anni di preammortamento;
  • contributo a fondo perduto pari al:
    • 15% per le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale e per l’acquisizione delle prestazioni di consulenza relative alle attività di industrializzazione (contributo alla spesa);
    • 10% per l’acquisizione delle immobilizzazioni oggetto delle attività di industrializzazione (contributo in conto impianti).
Come e quando presentare domanda

A partire dalle ore 10:00 del 17 novembre 2022, le imprese, anche in forma congiunta tra loro, potranno presentare le domande esclusivamente online.

Inoltre, è prevista una fase di precompilazione dal prossimo 4 novembre.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Articoli correlati