,

Apre il Fondo per il sostegno alla transizione industriale

Home » Apre il Fondo per il sostegno alla transizione industriale
contributo a fondo perduto per il sostegno alla transizione industriale

Il Fondo mira a sostenere i progetti di investimento promossi da imprese di qualsiasi dimensione attraverso interventi sul processo produttivo già esistente che riguardano:

  1. una maggiore efficienza energetica nell’esecuzione dell’attività d’impresa (TITOLO II);
  2. un uso efficiente delle risorse, attraverso una riduzione dell’utilizzo delle stesse anche tramite il riuso, il riciclo o il recupero di materie prime e/o l’uso di materie prime riciclate (TITOLO III).
DOTAZIONE

Euro 300 milioni

ANNI DI VALIDITÀ

2023

__________________________________________

Soggetti beneficiari

Imprese di qualsiasi dimensione e operanti sull’intero territorio nazionale:

  • costituite, iscritte nel Registro delle Imprese;
  • che operano in via prevalente nei settori estrattivo e manifatturiero di cui alle sezioni B e C della classificazione delle attività economiche ATECO 2007.
Programmi e spese ammissibili

I programmi di investimento devono perseguire almeno una delle seguenti finalità:

  • una maggiore efficienza energetica o un cambiamento fondamentale del processo produttivo oggetto di intervento;
  • un uso efficiente delle risorse attraverso una riduzione dell’utilizzo delle stesse anche tramite il riuso, il riciclo o il recupero di materie prime e/o l’uso di materie prime riciclate.

I programmi devono essere volti al perseguimento di un miglioramento in termini di tutela ambientale dei processi aziendali. Non sono ammessi interventi che determinano un aumento della capacità produttiva, fatti salvi gli aumenti derivanti da esigenze tecniche, qualora non superiori al 2% rispetto alla situazione precedente all’intervento.

Le spese ammissibili strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi sono le seguenti:

  • suolo aziendale e sue sistemazioni, nei limiti del 10% dell’investimento complessivamente ammissibile;
  • opere murarie e assimilate, nel limite del 40% dell’investimento complessivamente ammissibile;
  • impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica, necessari per perseguire gli obiettivi ambientali;
  • programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate.

I programmi di investimento devono:

  • prevedere spese ammissibili di importo non inferiore a euro 3.000.000 e non superiore a euro 20.000.000;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di accesso al Fondo;
  • essere realizzati entro 36 mesi dalla data di concessione del contributo
Agevolazione
Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo a fondo perduto, in particolare:

1. Con riferimento agli investimenti relativi all’introduzione di misure tese al miglioramento dell’efficienza energetica, sono concesse agevolazioni:

  • pari al 30% delle spese ammissibili, se tali spese sono state individuate confrontando i costi dell’investimento con quelli di uno scenario controfattuale in assenza dell’aiuto;
  • maggiorazioni del 20% per le piccole imprese, del 10% per le medie imprese, del 15% per investimenti effettuati nelle zone a e del 5% per investimenti effettuati nelle zone c.

2. Con riferimento agli investimenti relativi all’installazione di impianti da autoproduzione, sono concesse agevolazioni pari:

  • al 45% per gli investimenti nell’autoproduzione di energia da fonti energetiche rinnovabili. Sono previste maggiorazioni del 20% per le piccole imprese e del 10% per le medie imprese;
  • al 30% per qualsiasi altro investimento. Sono previste maggiorazioni del 20% per le piccole imprese e del 10% per le medie imprese.

3. Con riferimento agli investimenti relativi all’introduzione di misure tese ad un uso efficiente delle risorse, sono concesse agevolazioni:

  • pari al 40% delle spese ammissibili;
  • maggiorazioni del 20% per le piccole imprese, del 10% per le medie imprese, del 15% per investimenti effettuati nelle zone a e del 5% per investimenti effettuati nelle zone c.

4. Per  gli investimenti relativi al cambiamento fondamentale del processo produttivo, le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo a fondo perduto ed il valore dell’intensità è disciplinata dalla carta degli aiuti a finalità regionale.

Come e quando presentare domanda

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 10/10/2023 e fino alle ore 12:00 del 12/12/2023.

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Articoli correlati