,

Regione Lazio: voucher digitalizzazione PMI

Home » Regione Lazio: voucher digitalizzazione PMI
bando voucher per la digitalizzazione delle mpmi

Il Bando Digitalizzazione per le Micro, Piccole e Medie Imprese è il contributo del Fondo Europeo FESR 2021-2027 della Regione Lazio che sostiene le imprese per l’acquisto di tecnologie digitali, con l’obiettivo di aumentare efficienza e competitività.

DOTAZIONE

Euro 15 milioni

ANNI DI VALIDITÀ
2023 – 2024

__________________________________________

Soggetti beneficiari

L’intervento è destinato alle MPMI:

  • iscritte al Registro delle imprese italiano e attive;
  • con una o più sedi operative nel Lazio;
  • non in difficoltà, quelle operanti in attività economiche escluse e prive dei requisiti generali di ammissibilità.
Progetti ammissibili

Tra gli interventi finanziabili con il bando Voucher Digitalizzazione PMI ci sono:

  • Commerce and Engagement (piattaforme di supporto e gestione clienti, campagne pubblicitarie/promozionali sui canali digitali);
  • Cyber Security (sistemi e servizi per la sicurezza della rete aziendale e dei dati);
  • Cloud computing (servizi infrastrutturali IT, come servizi di gestione e amministrazione di risorse cloud, di rete, archiviazione);
  • Digital Workplace (postazioni adeguate al lavoro flessibile e da remoto, sistemi di comunicazione digitale);
  • Diagnosi digitale (solo se combinato ad uno degli interventi precedenti).

Non sono ammissibili progetti che includono solo l’Intervento di cui al primo punto (Diagnosi Digitale).

Agevolazione

Il contributo è a fondo perduto ed è concesso a titolo De Minimis.

L’importo massimo erogabile è di:

  • 50.000 euro per le micro imprese;
  • 100.000 euro per le piccole imprese;
  • 150.000 euro per le medie imprese.

Il contributo minimo erogabile è di 14.000 euro e l’erogazione avviene a saldo.

Come e quando presentare domanda

Sarà possibile inviare domanda dalle ore 12:00 del 13 dicembre 2023 alle ore 18:00 del 30 gennaio 2024.

Le domande sono avviate ad istruttoria in base alla graduatoria, che viene elaborata con i punteggi dichiarati dai beneficiari in domanda.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Articoli correlati